LUNGOMARE PERROTTI S. MARIA DI CASTELLABATE (SA) - TEL. +39 0974 961454

Cilento, ecco i 5 prodotti tipici che non potete perdere a Castellabate.

prodotti-tipici-cilento-olive salella ammaccate

Posto che vai, cibo che trovi. L’Italia è piena di meraviglie culturali, paesaggistiche ma anche culinarie. Se avete scelto il Cilento come posto per trascorrere una vacanza, avete scelto il posto giusto. Qui la terra accarezzata dal sole e il mare riescono a regalare i prodotti tipici migliori che non potete non assaggiare nel corso della vostra villeggiatura. Qui nel Cilento potrete trovare non sono prodotti tipici di mare ma anche di terra, frutto della genuinità e della tradizione del Sud. Volete qualche esempio? Ecco i 5 prodotti tipici del Cilento che chi viene a Santa Maria di Castellabate non può perdere:

 

Cacioricotta del Cilento: non solo mare, è il caso di dirlo. Il Cilento è ricco di pascoli per le mandrie di capre che possono pascolare e nutrirsi di erbe e arbusti tipici della macchia mediterranea. Dal loro latte viene prodotto il Cacioricotta del Cilento, una delizia che può essere consumato sia fresco che, dopo una prolungata stagionatura, grattugiato per arricchire i piatti tipici della tradizione cilentana, come i fusilli al ragù di castrato. Il cacioricotta viene prodotto durante tutto l’anno, quindi state tranquilli, potrete trovarlo sempre!

Soppressata di Gioi: restiamo ancora fra i prodotti tipici cilentani di terra con questo antico salame lardellato ricavato dalla coscia del suino. La soppressata di Gioi può essere mangiata al naturale ma spesso è possibile trovarla conservata sotto olio extra vergine o sotto strutto, per permettere alla carne di restare morbida anche dopo lungo tempo.

Alici di menaica: passiamo ai prodotti tipici del limpido mare del Cilento. Qui la tradizione dei pescatori è antichissima e sopravvive ancora con forza qui, sulla costa cilentana. Le alici di menaica vengono pescate fra aprile e luglio con reti di basse dimensioni che catturano quelle più grandi e carnose. Parte vengono consumate fresche, altre vengono lavorate quasi immediatamente per la conservazione. Potrete gustare le alici di Menaica nelle tipiche preparazioni cilentane come le alici ammollicate, condite con mollica di pane, aglio e prezzemolo o inchiappate, farcite con formaggio caprino e uova, fritte e poi cotte nel sugo di pomodoro.

Olive salella ammaccate: Cilento, terra delle olive e del buon olio. Le olive dell’antica varietà salella, qui subiscono un trattamento del tutto particolare. I frutti più polposi e ancora non maturi vengono raccolti e vengono ammaccati uno ad uno con una pietra di mare. Una volta snocciolate, le olive salella vengono immerse in salamoia e conservate, poi, sotto olio. Il prodotto finale è un risultato perfetto, frutto della pazienza e della perizia dei contadini del Cilento.

Fichi dottati del Cilento:  concludiamo con un prodotto tipico dolce. I fichi bianchi del Cilento vengono colti fra agosto e settembre e poi fatti asciugare al sole o passati in forno. Una volta pronti, i fichi dottati del Cilento possono essere gustati al naturale oppure “impaccati”, ossia farciti con noci, mandorle, scorze di agrumi, o ricoperti di cioccolato fondente. Una vera delizia per concludere in bellezza il vostro viaggio nella terra del sole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *